Salta la navigazione

ANTENATE

il tempo del ricordo nella casa delle storie

Archivio di Stato di Napoli, Piazzetta Grande Archivio, 5 Napoli

giovedì 16, venerdì 17 e sabato 18 giugno 2022 – Campania Teatro Festival 22

una performance teatrale prodotta in collaborazione con Archivio di Stato di Napoli

ideata e curata da Marina Rippa per F.PL. FEMMINILE PLURALE

messinscena: Marina Rippa

consulenza musicale: Fiorella Orazzo

costumi e oggetti: Monica Costigliola

disegno luci e tecnica: Desideria Angeloni

foto: Sara Petrachi / KontroLab

documentazione video: Isabella Mari

con: Amelia Patierno, Anna Liguori, Anna Manzo, Anna Marigliano, Anna Patierno, Flora Faliti, Flora Quarto, Giustina Cirillo, Giusy Esposito, Ida Pollice, Iolanda Vasquez, Melina De Luca, Nunzia Patierno, Patrizia Iorio, Rosa Tarantino, Rosalba Fiorentino, Rosetta Lima, Rossella Cascone, Susy Cerasuolo, Susy Martino

e la partecipazione straordinaria di Carolina Belli

produzione: f.pl. femminile plurale e Archivio di Stato di Napoli
in collaborazione con il settore Cultura del Comune di Napoli per lo Spazio Comunale Piazza Forcella, casa del progetto “La scena delle donne – percorsi teatrali con le donne a Forcella”

———————————————————————

Una volta sognai di raccontare delle storie

e di sentire qualcuno che mi toccava affettuosamente il piede per incoraggiarmi.

Abbassai lo sguardo e scoprii di trovarmi sulle spalle di una vecchia

che mi teneva forte le caviglie e mi sorrideva.

Le dissi: – No, vieni tu sulle mie spalle

perché tu sei vecchia e io sono giovane -.

– No, no -, insistette, – così dev’essere -.

Vidi che lei stava sulle spalle di una donna molto più vecchia,

che stava sulle spalle di una donna ancora più vecchia,

che stava sulle spalle di una donna col mantello,

che stava sulle spalle di un’altra anima,

che stava sulle spalle…

Clarissa Pinkola Estés “Donne che corrono coi lupi”

Antenate sono le storie che narriamo.

Antenate sono le donne che non compaiono nella Storia ma che la Storia l’hanno vissuta e scritta anche loro. Antenate conosciute, antenate sconosciute. Antenate sono anche le pergamene, i registri di antiche cancellerie, le carte dei ministeri e delle famiglie nobili private, le tante scritture conservate con attenzione nell’archivio.
Ricordare le antenate è riconoscere da dove veniamo, comprendere dove siamo e intravedere dove andremo. Raccontarle, nel bene e nel male, nella luce e nel buio è un atto che sentiamo necessario.

https://campaniateatrofestival.it/spettacolo/antenate/?fbclid=IwAR0APLKfv4avaQ_pTG6BBaa0nAjes9ZbpS7hbmKVheBp4tZc1aHd6og1wnE

biglietti: https://campaniateatrofestival.it/biglietteria/

——————————————————————————————

Un teatro tutto per sé

Napoli 7 e 8 marzo 2022
laboratorio gratuito e performance finale

la scena delle donne – percorsi teatrali con le donne a Forcella
2007 / 2022

“Qualunque cosa succeda, resta viva. Non morire prima di essere morta davvero. Non perdere te stessa, non perdere la speranza, non perdere la direzione. Resta viva, con tutta te stessa, con ogni cellula del tuo corpo, con ogni fibra della tua pelle. Resta viva, impara, studia, pensa, leggi, costruisci, inventa, crea, parla, scrivi, sogna, progetta. Resta viva, resta viva dentro di te, resta viva anche fuori, riempiti dei colori del mondo, riempiti di pace, riempiti di speranza. Resta viva di gioia. C’è solo una cosa che non devi sprecare della vita, ed è la vita stessa.”
Virginia Woolf

Negli anni abbiamo verificato l’efficacia e il senso forte dei progetti per e con le donne. Per questo pensiamo alla realizzazione di un momento di riflessione, ricerca e scambio per il teatro fatto con le donne, in un giorno simbolico, attraversato da artiste e da donne non professioniste.
Un’esperienza a porte aperte che conclude due giornate di incontri tra donne che anche in altri luoghi stanno facendo l’esperienza del teatro.
Due giornate dedicate al lavoro teatrale con le donne: laboratorio collettivo gratuito, scambi di esperienze, dibattiti, proiezioni, sogni futuri.
E la serata dell’otto marzo diventa un’occasione per raccontare il progetto nato proprio al Teatro Trianon nel 2007 e ancora presente nel quartiere, attraverso un’azione collettiva che vede impegnate tutte le donne coinvolte.

Programma:
7 marzo – Spazio Comunale Piazza Forcella:
dalle 16 alle 20 laboratorio aperto a donne non professioniste

8 marzo – Teatro Trianon Viviani:
dalle 16 alle 20 : laboratorio aperto a donne non professioniste
ore 21: apertura al pubblico: proiezioni, racconti e azioni.

PER PARTECIPARE VESTIRE DI NERO, COMODE E PORTARE COME OGGETTO PERSONALE UN PAIO DI SCARPE CHE BEN RAPPRESENTINO SE STESSE (DI QUALSIASI TIPO E STAGIONE, LE SCARPE PREFERITE)

obbligatorio greenpass rinforzato e mascherina

Per partecipare al laboratorio occorre prenotare entro sabato 5 marzo
scrivendo a: effepielle@gmail.com
o messaggio WhatsApp al n° 3496682432

——————————————————————

Sibille

oracoli e divinazioni in forma moderna

13 marzo 2022 Certosa di San Martino – Napoli

finissage della mostra “Waiting for the Sybil” di W. Kentridge

foglia di ficus elastica – Archivio di Stato di Napoli ph, Sara Petrachi / KontroLab

Le Sibille usavano spargere al vento le foglie

sulle quali venivano riportate le parole della profezia

Venti donne del gruppo LA SCENA DELLE DONNE – percorsi teatrali con le donne a Forcella, attivo dal 2007, coinvolte nel finissage della mostra di William Kentridge “Waiting for the Sybil” alla Certosa di San Martino, il 13 marzo 2022.

Alle 11,30 e alle 12,30 appariranno tra il pubblico, portandolo indietro nel tempo e offrendogli un po’ di saggezza popolare.

Mescolando sacro e profano, proveranno a rispondere con un’azione scenica alle domande segrete degli spettatori.

L’ispirazione nasce dalla visione collettiva del lavoro di Kentridge e dalla storia delle Sibille, che ci hanno orientato a ragionare, ad improvvisare (e poi a comporre la performance) sulle questioni che riguardano l’attesa, il destino, il senso delle richieste di profezie, il lasciare al caso le risposte.

una scena del precipitato scenico ph. Sara Petrachi / KontroLab

—————————————————————————–

giovedì 28 e venerdì 29 ottobre 2021, ore 21.00

Teatro Trianon Viviani – Piazza Calenda, Napoli

un progetto speciale de

LA SCENA DELLE DONNE – percorsi teatrali con le donne a Forcella

in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli,

presentato a Palazzo Fondi nell’ambito del Napoli Teatro Festival Italia a giugno 2019

ideazione e cura: Marina Rippa per f.pl. femminile plurale

messinscena collettiva: Marina Rippa, Monica Costigliola, Fiorella Orazzo

disegno luci e tecnica: Desideria Angeloni

organizzazione: Lucia Borriello

foto: Sara Petrachi / KontroLab

video: Isabella Mari per Parallelo 41

grafica: Massimo Staich

con: Amelia Patierno, Anna Liguori, Anna Manzo, Anna Marigliano, Anna Patierno, Antonella Esposito, Flora Faliti, Flora Quarto, Ida Pollice, Melina De Luca, Nunzia Patierno, Patrizia Iorio, Rosa Lima, Rosa Tarantino, Rosalba Fiorentino, Rossella Cascone, Susy Cerasuolo, Susy Martino, Tina Esposito

Una performance dove si racconta, attraverso il vissuto di ciascuna, la storia di donne che hanno avuto a che fare con la città di Napoli: figure leggendarie, mitologiche e figure reali. Artiste, sante, regine, donne colte o del popolo, studiate e incarnate a seconda della “corrispondenza” con se stesse.

E così si incontrano, tra le tante: Diana De Rosa, Adriana Basile, Giovanna I d’Angiò, Maria D’Avalos, la Sirena Partenope, Bernardina Pisa, Santa Restituta, la Madonna delle scarpette e quella bruna del Carmine, Maria Lorenza Longo, Maria Paris…

Figure femminili spesso dimenticate, non tutte napoletane di nascita, ma che hanno fatto della città la loro patria di elezione, immaginate di passaggio al Teatro Trianon Viviani a raccontarci di loro, del tempo vissuto, di un pezzo di storia che spesso non si conosce.

in attesa di riprendere regolarmente l’attività ci siamo incontrate nel Chiostro di San Domenico Maggiore, a Napoli e abbiamo dialogato con lo spazio, le statue delle sante che lo abitano e ci siamo sentite un po’ di casa.

arrivederci a settembre!

———————————————————————————————————————————

dal 1 al 4 luglio 2021, Archivio di Stato, Napoli

RINVIATO ALLA PROSSIMA EDIZIONE

nell’ambito del CAMPANIA TEATRO FESTIVAL XIV edizione

ANTENATE

il tempo del ricordo nella casa delle storie

una performance teatrale nell’archivio storico di Napoli

ideata e curata da F.PL. FEMMINILE PLURALE

in coproduzione con ARCHIVIO DI STATO NAPOLI

ideazione e cura: Marina Rippa per f.pl. femminile plurale

messinscena: Marina Rippa, con Monica Costigliola e Fiorella Orazzo

scene e oggetti: Monica Costigliola, Massimo Staich

grafica: Massimo Staich

disegno luci e tecnica: Desideria Angeloni

organizzazione: Lucia Borriello

foto: Sara Petrachi / KontroLab

video: Isabella Mari

con: le partecipanti a LA SCENA DELLE DONNE – percorsi teatrali con le donne a Forcella

Una volta sognai di raccontare delle storie

e di sentire qualcuno che mi toccava affettuosamente il piede per incoraggiarmi.

Abbassai lo sguardo e scoprii di trovarmi sulle spalle di una vecchia

che mi teneva forte le caviglie e mi sorrideva.

Le dissi: – No, no, vieni tu sulle mie spalle

perché tu sei vecchia e io sono giovane -.

– No, no -, insistette, – così dev’essere -.

Vidi che lei stava sulle spalle di una donna molto più vecchia,

che stava sulle spalle di una donna ancora più vecchia,

che stava sulle spalle di una donna col mantello,

che stava sulle spalle di un’altra anima,

che stava sulle spalle…

Clarissa Pinkola Estés

Donne che corrono coi lupi”

il nostro contributo all’azione ideata dal Teatro Trianon Viviani,

l’Altra Napoli, la Fondazione Banco di Napoli

e il comitato dei commercianti di Forcella

12 febbraio 2021

—————————————————————————